• Call Us
  • Mail Us

Dro Alto Garda e Stubai Matrei alzano al cielo la Kerschdorfer Euregio Cup 2019. A Egna, in occasione della Festa dell’Euregio Europaregion Tirol Südtirol Trentino / Euregio Tirolo Alto Adige Trentino, questo week-end è andata in scena la competizione internazionale di calcio organizzata dall’FC Neumarkt e dal Comitato Provinciale Autonomo di Bolzano LND. Quattro le formazioni partecipanti in campo maschile, ovvero le vincenti della Coppa Italia altoatesina (ASV Tramin Fußball) e trentina USD Dro Alto Garda Calcio – LND Trento), Tirolo del Nord (SC EGLO Schwaz) e dell’Est (URC Thal/Assling), mentre la novità assoluta è stata il torneo femminile con la partecipazione di U.s. Azzurra San Bartolomeo, campione della Coppa Regione 2018/2019, Red Lions Tarsch, seconda classificata, Rapid Lienz (Tirolo dell’Est) e FC Stubai Matrei (Tirolo del Nord). Sabato, in occasione delle semifinali, sono stati i tre presidenti Arno Kompatscher (Alto Adige), Maurizio Fugatti (Trentino) e Guenther Platter (Tirolo) a dare il calcio d’inizio.
Domenica sono invece andate in scena le finali. Sul campo sintetico, il Dro Alto Garda (serie D) ha piegato 5-1 il Tramin Fussball (Eccellenza). La vittoria per i trentini di mister Manfioletti è meritata, ma il risultato punisce eccessivamente i bianconeri di Pomella. Sono proprio gli altoatesini, reduci dal netto successo per 3-0 sul Thal Assling del giorno prima, a passare in vantaggio al 22’ grazie a Baldo, che trafigge Chimini con un bel tiro dopo una respinta corta di Karamoko. La risposta del Dro, che in semifinale aveva battuto ai rigori lo Schwaz dopo il 3-3 al 90’, non si fa attendere e Ballarini impegna due volte Zelger. Il pareggio arriva al 35’, quando Menolli disegna una punizione che scavalca la barriera e finisce in rete, nonostante l’estremo tentativo di Zelger, che tocca ma non riesce a togliere la sfera dalla porta. Nella ripresa parte forte il Termeno. Chimini si deve superare sul calcio piazzato di Greif, poi sul corner seguente Dalpiaz colpisce il palo direttamente dalla bandierina. Il portiere trentino è ancora decisivo in mischia, mentre sul successivo tap-in, Dalpiaz alza troppo la mira da posizione favorevolissima. Al 65’ i trentini raddoppiano grazie a Proietto, che dalla destra fa partire un bel diagonale sul quale Zelger deve arrendersi. Il Dro Alto Garda continua a premere e arriva anche il 3-1, siglato da Karamoko dopo un batti e ribatti in area. A sette minuti dallo scadere Pancheri, tutto solo nel cuore dell’area, spara in rete l’ottimo assist di Proietto , mentre nel finale c’è gloria anche per Gattamelata, che va via sulla sinistra per poi esplodere una gran botta che sbatte sulla traversa prima di insaccarsi. Prima ancora, erano stati i bianconeri a sfiorare la rete dopo una bella azione tra Dalpiaz e Pfitscher, con il tiro di quest’ultimo disinnescato dal solito Chimini. Senza storia, la finale per il terzo/quarto posto, che vede lo Schwaz travolgere 7-1 il Thal Assling.
Domenica sono invece andate in scena le finali. Sul campo sintetico, il Dro Alto Garda (serie D) ha piegato 5-1 il Tramin Fussball (Eccellenza). La vittoria per i trentini di mister Manfioletti è meritata, ma il risultato punisce eccessivamente i bianconeri di Pomella. Sono proprio gli altoatesini, reduci dal netto successo per 3-0 sul Thal Assling del giorno prima, a passare in vantaggio al 22’ grazie a Baldo, che trafigge Chimini con un bel tiro dopo una respinta corta di Karamoko. La risposta del Dro, che in semifinale aveva battuto ai rigori lo Schwaz dopo il 3-3 al 90’, non si fa attendere e Ballarini impegna due volte Zelger. Il pareggio arriva al 35’, quando Menolli disegna una punizione che scavalca la barriera e finisce in rete, nonostante l’estremo tentativo di Zelger, che tocca ma non riesce a togliere la sfera dalla porta. Nella ripresa parte forte il Termeno. Chimini si deve superare sul calcio piazzato di Greif, poi sul corner seguente Dalpiaz colpisce il palo direttamente dalla bandierina. Il portiere trentino è ancora decisivo in mischia, mentre sul successivo tap-in, Dalpiaz alza troppo la mira da posizione favorevolissima. Al 65’ i trentini raddoppiano grazie a Proietto, che dalla destra fa partire un bel diagonale sul quale Zelger deve arrendersi. Il Dro Alto Garda continua a premere e arriva anche il 3-1, siglato da Karamoko dopo un batti e ribatti in area. A sette minuti dallo scadere Pancheri, tutto solo nel cuore dell’area, spara in rete l’ottimo assist di Proietto , mentre nel finale c’è gloria anche per Gattamelata, che va via sulla sinistra per poi esplodere una gran botta che sbatte sulla traversa prima di insaccarsi. Prima ancora, erano stati i bianconeri a sfiorare la rete dopo una bella azione tra Dalpiaz e Pfitscher, con il tiro di quest’ultimo disinnescato dal solito Chimini. Senza storia, la finale per il terzo/quarto posto, che vede lo Schwaz travolgere 7-1 il Thal Assling.
Molto combattuta la finale femminile tra Azzurra S. Bartolomeo e Stubai Matrei, che in semifinale avevano superato rispettivamente Rapid Lienz (6-1) e Red Lions Tarsch (2-1). A imporsi è la formazione austriaca del Tirolo del Nord, che schiera diverse giocatrici altoatesine ex Vipiteno, grazie a un’incornata di Gschliesser alla mezz’ora della ripresa sugli sviluppi di un corner. Sfortunate le trentine, che già in avvio colpiscono due legni. A completare il podio è il Red Lions Tarsch, che non lascia scampo (9-0 il risultato) a uno sfortunato Rapid Lienz, che a causa di alcuni infortuni tra sabato e domenica ha chiuso l’ultima gara in dieci. Al termine delle finalissime, si è tenuta la premiazione con il segretario generale per l’Alto Adige, Christoph von Ach, a fare gli onori di casa assieme al presidente del CPA di Bolzano Paul Georg Tappeiner e ai presidenti del CPA di Trento, Ettore Pellizzari, e della Federazione del Tirolo, Sepp Geisler, al consigliere della Federazione della Carinzia, Albert Korber, al presidente dell’Egna Klaus Pichler e al sindaco di Egna Horst Pichler. Tra gli ospiti, Karl Rungger, ex presidente del CPA di Bolzano, Hannes Kerschdorfer, sponsor principale del torneo, Katharina Margreiter in rappresentanza del calcio femminile del Tirolo, e il presidente dell’FC Suedtirol Walter Baumgartner.

MASCHILE

FINALE 1°/2° POSTO

TRAMIN-DRO ALTO GARDA 1-5
TRAMIN: Zelger, Dissertori (10’ st Thaler), Facchinelli (14’ st Firler), Rellich, Dalpiaz, Duriqi, Froetscher (1’ st Gasparini), Pomella R. (21’ st Spiess), Pfitscher, Greif, Baldo (30’ st Saha). A disp: Scuttari, Gutmann, Enderle, Roncador. All: Pomella H.
DRO ALTO GARDA: Chimini, Dallavalle (38’ st Stanghellini), Pasini (40’ st Corradini), Karamoko, Kostadinovic, Menolli, Brusco (26’ st Gattamelata), Pancheri, Ballarini, Proietto (39’ st Benamati), Trentini (27’ st Calcari). A disp: Gentile, Salvaterra, Degasperi, Ferreira. All: Manfioletti
ARBITRO: Bazzo di Bolzano
RETI: 22’ pt Baldo (1-0), 35’ st Menolli (1-1), 19’ st Proietto (1-2), 28’ st Karamoko (1-3), 38’ st Pancheri (1-4), 43’ Gattamelata (1-5)

FINALE 3°/4° POSTO

SCHWAZ-THAL ASSLING 7-1
SCHWAZ: Siding, Schwarz (18‘ st Kreidl), Kinzner, Burger, Knoflach M., Gstrein, Radonjic, Proetsch, Knoflach P., Kohler, Dummer. Weissenhofer, Hundoegger, Wildauer. All: Lampl
THAL ASSLING: Fuerhapter, Gasser M., Juen, Jungmann, Kofler D., Kofler P., Moser, Patterer, Trojer T., Trojer S., Fuchs, Kofler K., Huber, Steinwandter, Gasser F., Unterweger, Stocker Waldhuber. All: Alempic
ARBITRO: Nikolic di Bolzano
RETI: 19’ pt Kohler (1-0), 31’ pt Kohler (2-0), 39’ pt Burger (3-0), 43’ pt Knoflach M. (4-0), 12’ st Proetsch (5-0), 23’ st Proetsch (6-0), 35‘ st’ Proetsch (7-0), 45’ st Juen (7-1)

FEMMINILE

FINALE 1°/2° POSTO

AZZURRA S. BARTOLOMEO-STUBAI MATREI 0-1
AZZURRA S. BARTOLOMEO: Calovi, Biem, Eccel, Hotico, Piffer, Bonomi, Busarello, Ghesla, Dauriz, Piva, Zenobi (15’ st Dal Col). A disp: Doglioni, Prio, Rossi, Rizzi.
All: Adorno
STUBAI MATREI: Klotz, Siller, Kritzinger (1‘ st Stickner), Hochrainer, Piger (1‘ st Gschliesser), Wagner, Stern (27‘ st Duerfter), Mairhofer, Antonini, Oeggl, Pirozzi (1’ st Dalla Torre). A disp: Troi, Lener, Serra. All: Serkan
ARBITRO: Sberna di Bolzano
RETE: 30’ st Gschliesser (0-1)

FINALE 3°/4° POSTO

RED LIONS TARSCH-RAPID LIENZ 9-0
RED LIONS TARSCH: Goetsch, Pritzi (37‘ st Palfrader), Tappeiner, Moser, Platzgummer, Schwienbacher (27‘ st Perfler), Lechner, Tumler (18‘ st Kuenrath), Pircher (13‘ st Schuler), Ladurner, Blaas (4‘ st Telser). A disp: Gruber, Klotz, Gerstgrasser, Wieser. All: Poehl
RAPID LIENZ: Oberhauser, Hatz, Gradl, Loeschnig, Schmoelzer S., Gietl, Steiner, Gietl J., Schmoelzer L., De Zordo, Wurnitsch. All: Gasser
ARBITRO: Pandini di Bolzano
RETI: 2‘ pt Schwienbacher (1-0), 4‘ pt Platzgummer (2-0), 9‘ pt Pircher (3-0), 10’ pt Moser (4-0), 42’ pt Pircher (5-0), 26’ st Telser su rig. (6-0), 29‘ st Schuler (7-0), 39‘ st Schuler (8-0), 41‘ st Kuenrath (9-0)