• Call Us
  • Mail Us

Si è tenuta sabato a Venezia la quarta tappa del 60° anniversario della Lega Nazionale Dilettanti a bordo di una nave del partner MSC Crociere, la Sinfonia. Nell’occasione, il presidente della LND, Cosimo Sibilia, ha premiato i protagonisti individuati dai comitati presenti alla celebrazione, ovvero i CR di Veneto, Marche, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna e i CPA di Bolzano e Trento.
Il CPA di Bolzano ha premiato Renzo Rossi con il “premio Fedeltà” per la sua carriera tra i professionisti (cresciuto nel Passirio Merano, ha giocato in serie A con Como, Inter, Lazio e Catanzaro) e per il grande contributo dato anche al calcio altoatesino, per cui è diventato un punto di riferimento, dedicando tempo e passione soprattutto al settore giovanile e alla crescita dei giovani. “Sono stato fortunato, perché ho realizzato il sogno di ogni bambino – ha detto Rossi -. Ho fatto il professionista per dieci anni, è vero, ma non è tutto. Quando ho deciso di smettere, mi sono dedicato al settore giovanile e non ho ancora smesso di farlo, perché credo che senza giovani non possiamo andare avanti”.
“Abbiamo voluto premiare Renzo Rossi perché è partito da lontano, dal nostro Alto Adige, ha giocato a lungo nei professionisti e poi è tornato alle sue origini, allenando per dieci anni le nostre rappresentative e aiutando il movimento a crescere”, ha detto il presidente del CPA di Bolzano, Paul Georg Tappeiner, durante il suo intervento ai numerosi presenti all’evento.